• go
    Sono due le persone decedute a Gubbio nel pomeriggio di venerdì a seguito dell'esplosione di un magazzino dell'azienda Greenvest  di Gubbio, azienda specializzata nella lavorazione della cannabis legale.  Si tratta di Samuel Cuffaro studente lavoratore di 20 anni   e di Elisabetta D'Innocenti madre di due bambini   che inizialmente era data per dispersa e che è stata ritrovata senza vita al termine delle affannose ricerche dei vigili del fuoco intervenuti da Gubbio e da Gaifana più il supporto di altre due squadre dalla Centrale. Coinvolte dall'episodio  altre 3 persone  estratte vive  dalle macerie  Due feriti sono stati trasportati all’ospedale di Branca:  uno è stato  interessato dall'ustione ad un arto e l'altro da  fratture multiple. Il terzo ferito risulta al momento in gravi condizioni ed  è stato ricoverato all’ospedale di Perugia  per poi essere trasferito al Centro Grandi Ustionati di Cesena. L'uomo ha riportato  ustioni di secondo e terzo grado  diffuse sul 20% del corpo. Si indaga sulle cause dell'esplosione del magazzino che potrebbe essere stata provocata da un bombola di gpl.

Gubbio, esplode capannone della Greenvest: 2 morti e 3 feriti

VIDEO  GUBBIO PIANGE MORTE DI SAMUELE ED ELISABETTA: LUTTO CITTADINO PER 2 GIORNI - YouTube

Sono due le persone decedute a Gubbio nel pomeriggio di venerdì a seguito dell'esplosione di un magazzino dell'azienda Greenvest  di Gubbio, azienda specializzata nella lavorazione della cannabis legale.  Si tratta di Samuel Cuffaro studente lavoratore di 20 anni   e di Elisabetta D'Innocenti madre di due bambini   che inizialmente era data per dispersa e che è stata ritrovata senza vita al termine delle affannose ricerche dei vigili del fuoco intervenuti da Gubbio e da Gaifana più il supporto di altre due squadre dalla Centrale. Coinvolte dall'episodio  altre 3 persone  estratte vive  dalle macerie  Due feriti sono stati trasportati all’ospedale di Branca:  uno è stato  interessato dall'ustione ad un arto e l'altro da  fratture multiple. Il terzo ferito risulta al momento in gravi condizioni ed  è stato ricoverato all’ospedale di Perugia  per poi essere trasferito al Centro Grandi Ustionati di Cesena. L'uomo ha riportato  ustioni di secondo e terzo grado  diffuse sul 20% del corpo. Si indaga sulle cause dell'esplosione del magazzino che potrebbe essere stata provocata da un bombola di gpl.
  • banner dx
  • banner dx
  • banner dx
  • banner dx
  • banner dx
Canale 12
  • banner dx
  • banner dx
  • banner dx
  • banner dx
  • banner dx